Anche l'elicottero per la neve al Maniva
di Redazione

Oggi dovrebbe levarsi in volo, come nel 2009, l'elicottero con la campana a ultrasuoni per liberare la strada dal passo Maniva al Bonardi. Nel frattempo l'intero comprensorio rimane chiuso

 
Troppa neve ha costretto in queti giorni alla chiusura dell'intero comprensorio al Maniva, con le nevicate che continuano anche in queste ore sopra l'Alta Valtrompia.
 
Già da venerdì sera il Maniva Ski ha dovuto chiudere e i battenti e anche gli operatori del Dosso Alto hanno fatto lo stesso, stante anche la chiusura della Sp 345 voluta dalla Provincia a partire dall'albergo Pineta.
 
Una situazione eccezionale come quella che si verificò cinque anni fa, alla prima stagione di riapertura del comprensorio sciistico della famiglia Lucchini: allora fu necessario l'intervento dell'elicottero con la campana a ultrasioni per liberare la strada verso il passo Bonardi.
 
Un elicottero che probabilmente si leverà in volo anche oggi sempre nel tratto di strada che diparte dal passo Maniva e cercherà di rimettere la carreggiata in sicurezza.
 
Nel frattempo, sui versanti di Dasdana e Setteventi che guardano la Valsabbia alcune slavine hanno addirittura levato quasi interamente una porzione di manto nevoso, rivelando il prato sottostante.
 
Condizioni che si sono verificate poiché gli strati sottostanti non si sono induriti a causa del dicembre "caldo", aggiungendosi all'elevata umidità di questi giorni (la srumentazione l'ha rilevata al 99%) e provocando i distacchi.

 

elicottero_soccoro_neve.jpg elicottero_soccoro_neve.jpg