Marcheno verso il restyling della strettoia
di Erregi

Un tratto di Sp 345 tristemente noto, quello che Marcheno si accinge a riqualificare: la strettoia dopo la farmacia comunale sarŗ presto sistemata e la viabilitŗ pedonale sarŗ finalmente sicura

 
Dopo la nascita, sul lato sinistro della carreggiata di via Zanardelli a Marcheno, di un apposito porticato con marciapiede, salta ancora pi√Ļ all'occhio la necessit√† di sistemare anche il versante a destra, nel tratto immediatamente successivo alla farmacia Ghidini, in direzione nord: qui i pedoni sono costretti a camminare praticamente incollati al muro di due edifici ormai in rovina per non¬†essere in mezzo alla strada.
 
Ma finirà, e presto, il disagio dei pedoni marchenesi: nell'ultimo consiglio comunale, con votazione di maggioranza, è stata approvata l'acquisizione delle aree da demolire, che avverrà attraverso accordi bonari, nel caso di due privati, e con una procedura di esproprio, nel caso di un terzo proprietario.
 
Tra demolizione, acquisto della aree e realizzazione del nuovo progetto, si parla di una spesa di 280 mila euro, 180 dei quali giungono a Marcheno attraverso la Comunità montana e grazie al Pisl Montagna.
 
Il primo progetto, per ora solo una bozza ma già indicativa delle intenzioni dell'amministrazione, prevede la posa di un marciapiede e la creazione di un'area verde ad uso pubblico.
marcheno_via_zanardelli_vista.jpg