Gardone combatte la crisi con i voucher lavorativi
di Erregi

Si diffonde a macchia d'olio la tendenza a servirsi dei buoni lavoro Inps per agevolare quanti sono rimasti senza un'occupazione a causa del momento di attuale forte crisi del lavoro. Gardone scende in campo con 14 voucher e una spesa complessiva di 4.200 euro

 
Continua anche per il 2013 il progetto per il Lavoro accessorio portato avanti dalla Provincia e anche l’amministrazione di Gardone, come già in precedenza, vi aderisce acquistando dall’Inps buoni lavoro del valore singolo di 300 euro lordi.
 
Il bando è scaricabile dal sito web comunale, è aperto a disoccupati, inoccupati, cassintegrati e iscritti alle liste di mobilità e chi entrerà nella graduatoria dei posti disponibili si ritroverà a collaborare con l’amministrazione in diversi settori e su diversi livelli.
 
Pulizia e manutenzione del territorio, ma anche sostegno a manifestazioni di vario carattere, dallo sport alla cultura, fino a lavori d’emergenza o nell’ambito sei servizi sociali.
 
In totale sono 14 i voucher acquistati dal Comune, per una spesa di 4.200 euro e una richiesta minima di 40 ore lavorative. Tutta la documentazione da allegare alla richiesta va consegnata entro e non oltre venerdì 31 maggio in municipio.
Disoccupazione.jpg Disoccupazione.jpg