Lombardia: s'è insediato il nuovo consiglio regionale
di Redazione

Stamattina sono stati eletti gli 80 consiglieri della Regione Lombardia, 56 dei qual alla prima nell'aula del Pirellone: nuovo presidente Raffaele Cattaneo (Pdl), vicepresidenti Sara Valmaggi (Pd) e Fabrizio Cecchetti (Lega Nord)

 
Alle ore 10 di stamattina si è insediato ufficialmente il nuovo consiglio regionale della Regione Lombardia, con 56 degli 80 eletti che siedono per la prima volta nei banchi del Pirellone.
 
Una prima seduta nel corso della quale si è proceduto all'elezione di presidente, due vicepresidenti e due consiglieri segretari: così è stato eletto a presiedere le sedute del consiglio Raffaele Cattaneo (Pdl), seguito dalle vicepresidenze di Sara Valmaggi (Pd) e Fabrizio Cecchetti (Lega Nord); segretari consiglieri sono invece Eugenio Casalino (M5S) e Daniela Maroni (Lista Maroni Presidente).
 
"Assumo un importante compito istituzionale in un momento difficile - ha detto il neopresidente del consiglio regionale lombardo, Raffaele Cattaneo -. Molto è stato fatto per una Regione al passo coi tempi nell’efficienza, funzionamento, qualità dei servizi e contenimento dei costi. Ora i tre concetti d'ordine per un unico agire sono: sobrietà, ascolto, concreta utilità.
 
Per me il potere è più che un sostantivo - ha aggiunto Cattaneo - è un verbo all’infinito; è poter servire, perché la politica è la più alta forma di carità. Questa è un'opportunità storica per la Lombardia, che può contribuire a costruire l'Europa dei popoli e delle Regioni, dando speranza a tutto il bacino del Mediterraneo".
 
Di fatto, il nuovo consiglio regionale si è composto perdendo tre realtà politiche (Udc, Idv, Sel). La maggioranza si è suddivisa i seggi tra Pdl (19), Lega Nord (15), Lista Maroni Presidente (12, tra cui il neogovernatore Roberto Maroni), Fratelli d'Italia (2), Partito Pensionati (1). All'opposizione invece i numeri sono i seguenti: M5S (9), Lista Ambrosoli Presidente (5 tra cui Umberto Ambrosoli), Pd (17).
 
"Quello appena insediatosi - chiude Raffaele Cattaneo - sarà un consiglio regionale che partirà con quattro nuove idee: vogliamo che ogni venerdì il consiglio promuova iniziative sul territorio, che all'inizio di ogni seduta assegni un riconoscimento a esempi di buona politica, che il Pirellone sia aperto ai cittadini con una mostra permanente sulla storia della Regione; infine, che si instauri una rete tecnologica per consentire il raffronto diretto tra cittadinanza e consiglio regionale".
 
 
Nelle foto, dall'alto in basso: l'inizio della seduta del consiglio regionale; l'ufficio di presidenza (da sin. Maroni, Cecchetti, Cattaneo, Valmaggi, Casalino); il neopresidente del consigllio regionale Raffaele Cattaneo; il simbolo della Regione Lombardia.