Bovezzo e un limite di sicurezza da 30 km/h
di Rosa Casari

L'amministrazione comunale ha deciso di ridurre il limite di velocità per i veicoli in transito nel centro storico del paese. Una misura adottata per la sicurezza di ciclisti e pedoni, che presto verrà integrata da piste ciclabili e corridoi pedonali protetti

 
Un centro storico sempre più a misura d’uomo è quello che hanno ideato a Bovezzo, dove da alcuni giorni è entrato in vigore per le vetture il limite di 30 chilometri orari proprio nella zona centrale del paese.
 
Una disposizione che è stata adottata all’interno del nuovo Pgt comunale per salvaguardare la sicurezza di ciclisti e pedoni, con particolare riguardo ad anziani, bambini e mamme con il passeggino.
 
“Questa modifica viaria – spiega l’assessore ai Lavori pubblici, Mario Folli – ha proprio lo scopo di rendere più sicuro il passaggio per i cittadini ‘più deboli’, cercando nell’ambito del nuovo Piano di governo del territorio di creare per loro percorsi protetti nell’attraversamento del paese”.
 
Un’intenzione che dal municipio di Bovezzo si augurano di realizzare quanto prima con una serie di piste ciclabili e vie privilegiate per i pedoni, favoriti anche dalla disposizione già adottata del limite di velocità abbassato da 50 a 30 km/h, nell’ottica di disincentivare il traffico di transito che spesso devia dalla provinciale del Caffaro e dalla Triumplina.
limite-velocita-30-km.jpg limite-velocita-30-km.jpg