Lumezzane non abbandona i suoi anziani
di Luigi Zanardelli

Una sinergia stretta tra amministrazione comunale e sindacati dei pensionati continua a sostenere quegli anziani con Isee inferiore a 10.940 euro tramite bonus su tasse locali, esenzioni dai ticket sanitari, prestiti d'onore, assistenza a domicilio

 
Non finisce di stupire la solidarietà dei lumezzanesi, che per non far venir meno il supporto agli anziani in questo momento di difficoltà economica si è concretizzata in una sinergia tra amministrazione e sindacati dei pensionati.
 
Una progettualità elaborata dall’assessore ai Servizi sociali Fausto Pasotti insieme a Cgil, Cisl e Uil per confermare comunque il rimborso del ticket sulle spese sanitarie e sull’acquisto dei farmaci (fino a 550 euro all’anno), oltre a tutta una serie di altri servizi: Carta argento per sconti nei negozi, bonus su tasse locali (dal 10% al 20% su Tarsu, rimborsi fino al 50% per Imu e Irpef), assistenza a domicilio e aiuti per le bollette mensili.
 
Un protocollo di interventi che supporterà quegli anziani con un indice Isee inferiore a 10.940 euro e ai quali poter accedere presentando la domanda con allegate le ricevute fino al 30 giugno.
 
Rimangono calmierate anche le prestazioni funebri e il sostegno a chi si trova in condizioni d’indigenza e sta cercando una sistemazione, così come prosegue il cammino dell’amministrazione nell’ambito dei prestiti d’onore. 
anziani_aiuto.jpg