Tutti i Piardi del mondo
di Erregi

Un ritrovo e una grande festa, quella celebrata la scorsa domenica al rifugio del Colle di San Zeno, sopra Pezzaze, da dove sono partiti gli inviti rivolti ai rappresentanti, in tutto il mondo, della famiglia Piardi

 
Una famiglia, quella dei Piardi, abbastanza grande e abbastanza antica da giustificare l’enorme lavoro di ricerca, sia delle origini che delle diramazioni, portata avanti da Achille Piardi e dalla quale è emerso che, già 525 anni fa a Pezzaze esisteva un Giovanni Piardo.
 
Nei secoli, infatti, anche il cognome stesso ha subito modifiche, causate sia dall’evoluzione della lingua che da quella sociale. A quanto pare, in origine, il cognome derivava dalla parola “piarde”, di derivazione francese, che stava ad indicare un particolare tipo di zappa.
 
Col tempo, poi, nella zona ricca di ferro di Pezzaze, le “piarde” divennero vera e propria unità di misura dell’estratto giornaliero. La prima vera testimonianza del termine usato come cognome, però, risale ad un documento vergato da Paolo Voltolino da Iseo, datato 1487 e ritrovato negli annali dell’epoca.
 
Una giornata particolare, quindi, quella della scorsa domenica, che nella cornice del rifugio del Colle di San Zeno, recentemente riportato a nuova vita, ha visto una riunione di famiglia tra le più numerose e particolari, senza confini di stato e senza che la lontananza fosse un problema: grazie al lavoro di ricerca di Achille Piardi, facilitato negli ultimi anni da internet, gli inviti sono giunti in ogni angolo del mondo (Nella fotografia, i Piardi riuniti in Brasile, nel 2004) .
 
E se non siete stati invitati, ma dovreste in quanto rampolli dell’antica famiglia, potete sempre farvi avanti per il raduno del prossimo anno e contattare i vostri lontani cugini tramite il sito ufficiale del comitato presieduto da Enrico Piardi www.piardi.org e ricongiungervi alla famiglia.
Os_PIARDI.jpg Os_PIARDI.jpg