Bovezzo dice no alle posate «usa e getta»
di Rosa Casari

Con un'ordinanza emanata a fine luglio dal sindaco Antonio Bazzani comincia a prendere forma il progetto dell'assessore all'Ambiente Mario Folli per l'utilizzo delle stoviglie compostabili nel corso di feste ed eventi sul territorio comunale

 
Seguendo l’esempio intrapreso da Concesio già nei mesi scorsi circa la questione delle posate compostabili, anche Bovezzo ha dato avvio al progetto delle eco-feste popolari.
 
Un progetto che l’assessorato all’Ambiente guidato da Mario Folli intende trasformare in realtà nel volgere di pochissimo tempo per aggiungere un'altra tesserina al puzzle dello smaltimento rifiuti.
 
Proprio sul finire di luglio il sindaco Antonio Bazzani ha emanato un’ordinanza che stabilisce l’utilizzo di materiali biodegradabili per il consumo di alimenti (e il loro asporto) presso le feste popolari, le sagre, gli spettacoli, le manifestazioni sportive o culturali che si tengono sul territorio comunale.
 
Un percorso di salvaguardia ambientale che riguarda in particolar modo le stoviglie e per il quale l’amministrazione comunale si è appoggiata a Ecoeurovet, perché vengano man mano eliminati completamente i materiali usa e getta, in attesa che dal 1° gennaio 2013 l’ordinanza emanata diventi operativa a tutti gli effetti. 
stoviglie_compostabili.png