Alla scoperta di «Organi storici bresciani» con Carlo Sabatti
di Luigi Zanardelli

Stasera alle 20.30 presso la chiesa della Pieve di Lumezzane la presentazione del volume curato dallo storico valtrumplino con una particolare attenzione a quelli realizzati dalla famiglia Bolognini di Lumezzane

 
È come se suonassero gli organi raccontati nel libro che stasera viene presentato alle 20.30 nella chiesa della Pieve di Lumezzane.
 
“Organi storici bresciani” è il titolo del volume realizzato con puntiglio dallo storico Carlo Sabatti, edito dalla “Compagnia della stampa”  per conto dell’assessore alla Cultura della Provincia di Brescia Silvia Razzi, presente alla serata.
 
Un evento al quale prenderanno parte anche, l’assessore valgobbino Lucio Facchinetti, mons. Franco Turla, Ugo Ravasio e il curatore Sabatti, con questi ultimi due pronti a illustrare specificamente l’attività dell’organaro don Cesare Bolognini di Lumezzane, nato intorno al 1673 e morto a Brescia nel 1746.
 
“Con don Cesare – spiega Carlo Sabatti – collaborarono i nipoti Bolognini, che continueranno a realizzare strumenti a canne anche dopo la scomparsa dello zio, nella seconda metà del 1700. A questa rinomata famiglia di artefici lumezzanesi si devono cento strumenti, tra i quali quello della Pieve di Lumezzane, realizzato dal 1716 al 1717 e rifatto dai bresciani Diego Porro e Maccarinelli nel 1899, quello del duomo nuovo di Brescia, come da contratto del 6 settembre 1738, firmato dal vescovo cardinale Angelo Maria Querini e predisposto da don Cesare Bolognini per il giorno di Pasqua del 1739".
 
"E poi c'è quello della chiesa parrocchiale di Sant’Apollonio, pure di Lumezzane, commissionato nel 1742 a don Cesare e al nipote Gian Giacomo Bolognini Nel corso della serata il dott. Dario Giorgio Zani, medico condotto e organista della Pieve eseguirà alcuni celebri brani musicali del 1700”.
 
L’appuntamento è alle ore 20.30 presso la chiesa della Pieve di Lumezzane.
organi_storici_bresciani.jpg