Marcheno, lezioni di sicurezza
di Erregi

Sabato di grandi dimostrazioni che hanno attirato un folto pubblico, specie quello riunitosi attorno al campanile della chiesa parrocchiale di Marcheno: da qui gli uomini del Soccorso alpino sono scesi con un "ferito"

 
Una discesa d’eccellenza, quella messa in atto dai volontari del Soccorso alpino che si sono calati dal campanile della chiesa portando con la barella con il finto ferito da portare in salvo sull’ambulanza. E questo era solo l’inizio.
 
Nella giornata di sabato, a Marcheno, si sono dati appuntamento anche i Carabinieri, le Guardie forestali, gli uomini del 118, i Vigili del fuoco, la Protezione Civile, diverse Squadre Antincendio, Artificieri, Polizie municipali, Gruppi dicinofili.
 
E il pubblico d’eccellenza che ha assistito alle dimostrazioni di spegnimento di incendi, salvataggi eroici e sfilate di pattuglie a cavallo, era formato dai bambini e ragazzi di quinta elementare e prima media di istituti scolastici di Collio e Gardone VT.
 
Alla presenza delle autorità civili e militari, coordinate dalla responsabile della Polizia locale di Marcheno, Angela Calvia, i ragazzi hanno potuto anche conoscere i dettagli degli interventi di salvataggio, grazie ad insegnati provenienti anche da Milano.
 
I circa 300 ragazzi sono solo gli ultimi a ricevere una tale lezione sulla sicurezza, coinvolgente ed efficace da dieci anni, infatti, proprio grazie ad Angela Calvia, viene portato avanti un programma di educazione alla sicurezza, che parte dal rispetto del codice della strada e, sabato, è giunto fino allo spettacolare incontro di sabato, che certamente ha insegnato molto a tutti i piccoli cittadini coinvolti.
 
Fonte: "Bresciaoggi" del 20 maggio 2012.
Marcheno,_esercitazione.jpg