«Happy Handy Day», una tre giorni di musica e giochi
di Andrea Alesci

Sotto il maxi-tendone allestito nel campo di Zanano domani cominciano gli appuntamenti con la 13 edizione dell'evento organizzato da Guido Sandrini e che culmina domenica con le Olimpiadi per disabili

 
In Valtrompia tutti conoscono Guido Sandrini, 44enne di Zanano affetto dalla nascita da una forma grave di spasticità e fino a dieci anni nemmeno in grado di muoversi. 
 
Poi, con l’assistenza di un centro specializzato, la costanza di mamma Maddalena e una straordinaria forza di volontà è riuscito a camminare, con fatica ma autonomamente. Ed è riuscito a parlare, con difficoltà ma in modo chiarissimo nei concetti. "Le famiglie qui in Valle sembra abbiano un po’ paura o vergogna a portar fuori un disabile - dice Guido -, perché costa tanta fatica e andare in giro per i nostri paesi non è agevole. Muoversi a piedi per un disabile è complicato e ancor di più se gli spostamenti sono lunghi, così devi necessariamente aspettare che qualcuno ti faccia un favore oppure usare con estrema difficoltà l’autobus. Io ho cercato di ritagliarmi una mia indipendenza, cominciando tanti anni fa a guidare una piccola Ape e da poco tempo un camioncino".
 
Muoversi, dunque, significa anche riuscire a non cedere alla disabilità la propria vita. È questo che ormai tredici anni fa lo ha portato a dar vita all’Happy Handy Day, pronto a partire da domani all'oratorio di Zanano.
 
"L’idea mi è venuta nel 1999. Ho creato delle “Olimpiadi” per disabili (giochi da tavolo, biliardino, percorso in carrozzella). Un’iniziativa pensata per far divertire tutti, che dal 2004 si chiama Happy Handy Day e richiama circa 200 disabili da varie zone della provincia, da Mantova e anche da Modena. Da allora si è trasformata in un’associazione che lavora una volta all’anno e devolve tutto quello che incassa ad opere di beneficienza che verifico io in prima persona: qualche anno fa abbiamo destinato i soldi a un ente che si occupa dei bambini abbandonati in Brasile e mi sono recato io in Sudamerica per vedere come lavoravano".
 
Il tendone nel campo di Zanano è già montato da alcuni giorni e pronto ad accogliere la gente da domani sino a domenica 20 maggio per la 13° edizione di “Happy Handy Day”.
 
Un inizio affidato giovedì sera alle 21 a Gino De Gonzales e ad uno spettacolo di danza del ventre. Venerdì 18 alle 21 l’Avis comunale di Sarezzo presenterà il proprio gruppo e distribuirà un omaggio a tutti i diciottenni presenti, mentre alle 22 tornerà protagonista la musica con il tributo a Vasco Rossi a cura de “Gli amici di Alfredo”.
 
Sabato 19 ritrovo per moto e auto d’poca al bar Esso di Cogozzo a cura del Club motori storici di Lumezzane, e in serata spiedo (ore 19.30) e ancora musica con la cover band rock “Post-Its” (20.30), i “Corazzonando Dance” (21.30) e gli “All 4 Sound” (22.30).
 
Domenica 20 maggio la giornata clou dell’evento con la S. Messa alle 9.30 e a seguire le vere e proprie Olimpiadi per disabili, prima di finire in serata alle 20.30 con la musica dei “Honai del Termen”, l’esibizione della “Brixia Dance School” e alle 22.0 rock, blues e funky con la “Liupard Sband”
guido_sandrini.jpg guido_sandrini.jpg guido_sandrini.jpg guido_sandrini.jpg