Tanti pellegrini per Paolo VI
di Rosa Casari

Dopo la brochure sui luoghi montiniani distribuita lo scorso novembre ad associazioni, oratori e istituzioni in tutta Italia le presenze a Concesio di turisti in visita a casa natale, Istituto Paolo VI, Pieve e santuario della Stella sono circa 8.000 in un anno

 
L’anno scorso Concesio cercò di creare una sinergia tra realtà del territorio, Comune e Istituto Paolo VI per ricordare i luoghi montiniani in una piccola brochure.
 
Un dépliant che fosse invito e punto di partenza per un percorso turistico sulle vie della fede, distribuito ad associazioni, oratori, parrocchie e istituzioni pubbliche su tutto il territorio nazionale.
 
Un’idea che ha cominciato a dare i suoi frutti, specie all’approssimarsi della primavera, con un alto numero di pellegrini che viene in visita al paese natale di Giovanni Battista Montini, soffermandosi con molto interesse presso la casa dove trascorse la giovinezza.
 
"Nel giro di un anno – dice mons. Dino Osio, parroco della Pieve – sono transitate circa 8.000 persone, che visitano la casa natale del Papa (foto 2)prima di passare in rassegna la pieve di Sant’Antonino dove venne battezzato, la Collezione di opere d'arte presso l’Istituto Paolo VI (foto 1), oltre a muoversi anche verso il santuario della Madonna della Stella tanto caro a Paolo VI”.
 
Un successo di visite che ora l’amministrazione cercherà di migliorare ulteriormente, coinvolgendo i ristoratori locali nelle aperture domenicali.
concesio_istituto_paolo_vi.jpg concesio_istituto_paolo_vi.jpg