L'impegno civico della Consulta giovanile di Bovezzo
di Andrea Alesci

Costituita da poco tempo e format da studenti del paese, l'associazione è stata fortemente voluta dal vicesindaco Nicola Fiorin. Col mese di marzo è arrivata anche un'aula studio dove trovarsi due volte alla settimana

 
Pochi mesi fa nasceva a Bovezzo la Consulta giovanile formata dai ragazzi del paese che per esso vogliono impegnarsi civicamente.
 
Un impegno culturale e sociale che dall’inizio vede in prima linea Diego Facondini, Federica Gheda, Alessandra Rabbi, Nicola Chiocchi, Belen Cornali, Paolo Pedrotti.
 
Qui sotto è possibile vedere il video di presentazione che i ragazzi hanno caricato a gennaio 2012 su Youtube.
 

 
Una Consulta giovanile fortemente voluta dal vicesindaco e assessore alle Politiche giovanili Nicola Fiorin, che proprio nei giorni scorsi si è impegnata per l’organizzazione dell’incontro con Sebastiano Luca Insinga e la proiezione di due documentari da lui realizzati per spiegare il fenomeno dei profughi sull’isola di Lampedusa.
 
Fattivamente impegnati nella promozione di attività su web, i ragazzi della Consulta giovanile hanno da questo mese di marzo anche una nuova sede: si tratta di un’aula studi in via Vittorio Veneto dove potersi trovare per due pomeriggi alla settimana e programmare nuove attività “nella convinzione – dicono i responsabili – che solo dall’incontro di idee possa nascere qualcosa di valido”. 
giovani_consulta.jpg