Un concorso internazionale nel nome di Giacinto Prandelli
di Andrea Alesci

Si chiude stasera alle 21 al teatro Grande di Brescia la quattro giorni di audizioni e selezioni del concorso di musica lirica per giovani artisti promosso dalla Brixia Simphony Orchestra

 
Termina oggi la quattro giorni del Concorso internazionale di canto “Giacinto Prandelli – Operaprima” tenutasi in San Barnaba a Brescia grazie alla collaborazione fra le famiglie Prandelli / Ghidini Bosco e la Brixia Simphony Orchestra.
 
Un concorso che onora il tenore lumezzanese (scomparso nel 2010), il quale ha portato in giro per i teatri del mondo la sua voce e un pezzetto di Valtrompia e ora è simbolo di un impegno per la valorizzazione di giovani talenti nel campo dell’opera lirica.
 
Articolato in quattro giornate che si concludono oggi, il concorso ha visto sfilare giovani artisti in audizioni e selezioni di fronte a una commissione giudicante formata da eminenti personalità del mondo lirico: Luis Alva (tenore e docente all’Accademia Teatro alla Scala di Milano), Egidio Bonomi (giornalista e scrittore), Enzo Dara (basso e docente Accademia Teatro alla Scala di Milano), Andrea D’Amici (agente Teatrale), Gianni Tangucci (direttore artistico Fondazione Pergolesi Spontini), Vittorio Terranova (docente di canto al Conservatorio di Milano), Giovanna Sorbi (direttore d’orchestra e docente al Conservatorio di Milano).
 
Una giuria di prestigio che nella serata conclusiva di oggi alle 21 al teatro Grande di Brescia sarà affiancata anche da una giuria popolare, per decretare unitamente il vincitore del concorso.
 
Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito web
giacinto_prandellli2.jpg giacinto_prandellli2.jpg giacinto_prandellli2.jpg