Cade nell'orto di casa, muore dopo due mesi
di Redazione

Il 76enne Santino Bregoli, molto conosciuto a Lumezzane, è morto all'ospedale Civile di Brescia dove era in coma dal 3 novembre scorso. Oggi alle 14.45 i funerali alla Pieve

Si è spento dopo due mesi trascorsi in coma agli Spedali civli di Brescia Santino Bregoli della famiglia dei “Pasturì”.
 
I fatti: lo scorso 27 ottobre era scivolato nell’orto della sua casa di via Garibaldi a Lumezzane, picchiando il capo e riportando una ferita. Portato per alcuni controlli all’ospedale di Gardone, il 3 novembre le sue condizioni si aggravarono: di qui la decisione presa dai medici di trasferirlo a Brescia per sottoporlo a un intervento chirurgico d’urgenza.
 
Poi il coma. E dopo quasi due mesi nel reparto di Terapia intensiva, la morte sopraggiunta lunedì. Santino Bregoli aveva 76 anni, era alpino, un tempo fu cacciatore e un appassionato funghista. A piangerlo nel funerale officiato oggi alla Pieve (poi il trasferimento dells alama a Brescia per la cremazione) la moglie Maria Dallera e le figlie Katiuscia, Antonella e Monica. 
spedali_civili4.jpg